martedì 31 gennaio 2017

Sempre più in alto!






domenica 29 gennaio 2017

Quante chiacchiere sui droni... vediamone uno più serio

Gitarella al mare (in Australia è estate), con quadricottero ben equipaggiato:
  • telaio BoltRC Black Ops (118 grammi)
  • motori Bolt 2206 (28 grammi ciascuno) con rating da 2350kv (cioè a vuoto girano a 2350rpm per ogni volt di input)
  • flight controller KISS 32 bit (4.6 grammi) con electronic speed control (ESC) da 24A
  • quattro eliche tripala HQProp 5040 in nylon glass fiber
  • batteria LiPo Dinogy Graphene (quattro elementi in serie: totale 14.8V 1300mAh, con 70C di scarica massima, 154 grammi, 30x35x71mm)
  • telecamera riprese: GoPro S5 (73 grammi + 15 grammi per il supporto, solo per salvataggio video ad alta risoluzione) con zoom 16.8mm equivalenti (wide FieldOfView)
  • telecamera guida: RunCam Swift 2 FPV (14 grammi, esce in PAL) con OnScreenDisplay (OSD)
  • trasmettitore video per la telecamera guida: TBS Unify Pro 5.8 GHz 800mW
  • antenne: due (per il diversity system): TBS Triumph 1.26dbic (11.5 grammi ciascuna)
Armamentario operatore:
  • occhialoni full-immersion Fatshark Dominator HD v2 (ricevono PAL)
  • diversity system LaForge (recupera il segnale dall'antenna che al momento "sente meglio")
  • antenne Team Black Sheep 5dBi Mini Patch 5.8 GHz 110° beamwidth
  • ricevitore IBCrazy 5.8 GHz Blue Beam Classic (per il segnale video)
  • trasmettitore comandi radio Taranis Plus con modulo XJT (16 canali) e antenna 2.4 GHz
Ecco il video:

venerdì 27 gennaio 2017

Riding Assist

Ricordavo che il Piaggio MP3 ibrido era già "ride by wire", ma alla Honda hanno voluto strafare... Vedi video:

giovedì 26 gennaio 2017

Tante lavorazioni... tante lavorazioni... ma quante lavorazioni...

Spedizione dalla Germania via corriere: arriva davvero in 2-3 giorni lavorativi.

Spedizione dalla Germania via raccomandata: il secondo giorno è già uscito dalla Germania, seguono dieci giorni di lavorazione in Italia, e il quattordicesimo giorno risulta finalmente "in consegna".


mercoledì 25 gennaio 2017

Nuove banconote da 50 euro

Preparatevi: il prossimo 4 aprile 2017 entrano in circolazione le nuove banconote da 50 euro super sofisticate e con "finestra" illuminabile da entrambi i lati, ologrammi, molto "rumorosa", trattini in rilievo piuttosto corposi, e altre sciccherie (vedi video ufficiale della BCE). I disegni e lo stile non sono cambiati:


Stando alla BCE, le banconote da 50 rappresentano ben il 45% delle banconote euro circolanti (oltre otto miliardi di banconote da 50 circolanti in Europa a gennaio 2016), molto più numerose dei biglietti da 5-10-20, e decisamente più numerose di quelli da 100 (solo due miliardi di banconote, nel 2018 arriverà la seconda serie; ne ho posseduta una nientemeno che nel 2012, prontamente versata per l'affitto di casa... eppure sono più numerose delle banconote da 5), da 200 (solo duecento milioni di banconote, ma chi ne ha mai vista una?), e da 500 (seicento milioni di banconote, ne ho vista una solo nel 2003...).

La prima serie, in circolazione dal 2002 ad oggi, detiene il tragico record della banconota più contraffatta: delle banconote euro contraffatte ritirate dalla circolazione oltre il 37% erano bigliettoni da 50. La nuova serie di banconote euro era cominciata col nuovo 5 euro entrato in circolazione a gennaio 2013, quattro anni fa.

Promemoria: quanta cartamoneta euro c'è in circolazione? Dati relativi a gennaio 2016 (da Wikipedia) arrotondati per difetto:

  • 0,6 miliardi di pezzi da 500 = 306 miliardi di euro
  • 0,2 miliardi di pezzi da 200 = 41 mld
  • 2,1 miliardi di pezzi da 100 = 212 mld
  • 8,1 miliardi di pezzi da 50 = 408 mld
  • 3,2 miliardi di pezzi da 20 = 64 mld
  • 2,1 miliardi di pezzi da 10 = 21 mld
  • 1,7 miliardi di pezzi da 5 = 8 mld
  • totale in forma cartacea = 1060 miliardi di euro ("1,06 trillion", direbbero gli americani), cioè pressappoco metà del PIL italiano (che è ottavo al mondo), oppure dieci volte il PIL del Marocco, oppure ottanta volte il PIL del Mozambico.
Promemoria: le banconote e le monete circolanti rappresentano solo una minima parte degli aggregati monetari. Infatti:
  • M0 ("base monetaria") = banconote e monete circolanti e "attività finanziare immediatamente convertibili in moneta";
  • M1 ("liquidità primaria") = M0 + "mezzi di pagamento" (depositi in conto corrente su cui si possono fare trasferimenti con assegni); nell'aprile 2014 M1 era circa 5500 miliardi di euro;
  • M2 ("liquidità secondaria") = M1 + "attività finanziarie con valore certo in qualsiasi momento futuro"; nell'aprile 2014 M2 era circa 9287 miliardi di euro;
  • M3 ("riserva di valore") = M2 + riserve (BOT, obbligazioni, ecc.); nell'aprile 2014 M3 era circa 9900 miliardi di euro.
Grosso modo, per ogni euro che hai in mano, ce ne sono altri nove "non associati a una banconota".


martedì 24 gennaio 2017

Promemoria: torte nuziali

A furia di torte nuziali, la LEGO finalmente s'è decisa a sfornare un set adatto (alla faccia dell'indicazione for TABLE decoration only). Cliccare per ingrandire:


venerdì 20 gennaio 2017

Come godo!! WebPocket 42 in my hands!!

Unboxing
La megaditta mi ha gentilmente omaggiato un WebPocket 42 (bundle della Tre con SIM già pagata), cioè di un Huawei E5356/s2.

L'aggeggino (novanta grammi, inclusa batteriola da 1500mAh) ha uno slot SIM e uno microSD, ha uno schermo in bianco e nero e una tastiera composta da ben due tasti (tastino funzione e tastone di accensione/spegnimento, quest'ultimo utilizzabile come tasto invio), funge da access point wifi e può ricevere e inviare SMS. Ovviamente ci gira Linux con un... mini_httpd/1.19 19dec2003, il che significa che l'aggeggio è root-abile anche se ha come porte aperte solo la 53/DNS e la 80/HTTP. Hanno usato nientemeno che jQuery mobile 1.2 e log4javascript (del 2009), e naturalmente il firmware risulta già all'ultimissima versione aggiornatissima.

Invece di hackerarlo, mi piacerebbe piuttosto ricevere gli SMS da programma (mandarli no, perché con quella SIM si pagano), senza adoperare l'interfaccia web, in modo da mandare comandi da remoto ad un eventuale server collegato. Dal Javascript invocato per la inbox degli SMS vedo che basta fare una GET a http://3.home/api/sms/sms-count per leggere un XML del conteggio messaggi (non letti, totali, in uscita, bozze, ecc.) ed una POST su sms-list nella stessa directory api/sms per leggere una pagina di SMS. Devo solo scrivere uno script del tipo: se risulti collegato all'aggeggino, controlla periodicamente gli SMS per vedere se ci sono ordini da remoto...

Trovato! Per leggere fino a 20 messaggi:
curl --data-binary '<request><pageindex>1</pageindex><readcount>20</readcount><boxtype>1</boxtype><sorttype>0</sorttype><ascending>0</ascending><unreadpreferred>0</unreadpreferred></request>' http://3.home/api/sms/sms-list

Per marcare come letto il messaggio con indice 40007:
curl --data-binary '<request><index>40007</index></request>' http://3.home/api/sms/set-read

Per eliminare, usare delete-sms anziché set-read.

Per scoprire tutte queste cose ho usato soltanto il menu Tools / WebDeveloper / Inspector del browser Firefox. Neanche cinque minuti e non c'è stato bisogno neppure di scomodare l'invincibile Wireshark.

mercoledì 18 gennaio 2017

Hey, gringo! La macchina va-ba-bum!

Siccome in autostrada per un breve tratto ho toccato nientemeno che i 110 km/h (misurati col GPS), ho deciso che era ora di Mantenere Efficiente il Motore. Grazie all'ondata di sconti di Città Mercato ho comprato in offerta speciale questo prestigioso additivo STP Trattamento Benzina (va versato interamente nel serbatoio dopo aver fatto il pieno):


Promemoria video:

giovedì 12 gennaio 2017

Servo-motore LEGO in azione

Nel video qui sotto provo un po' di pezzi LEGO della serie Power Functions. Da sinistra a destra:
  • 8881: pacco batterie (per sei pile AA)
  • 88004: servomotore
  • 8884: ricevitore a infrarossi
  • 8883: motore di dimensioni "medie"
  • 8879: telecomando a infrarossi (quello del trenino)
più qualche pezzo montato solo per mostrare le rotazioni.


Il telecomando a infrarossi 8879 ha una coppia di rotelle (due canali) che permettono ciascuna quindici posizioni (da -7 a +7, che nel trenino e nei motori come quello a destra equivalgono ai sette livelli di velocità in avanti o indietro) più il tastino rosso per fermare il motore. La velocità al motore resta impostata fino a nuovo ordine.

Il telecomando infrarossi alternativo (l'8885, quello piccolo, non presente nel video) al posto della coppia di rotelle ha una coppia di tasti a tre posizioni (-7,0,+7); il tasto torna in posizione 0 quando non premuto, per cui può dare solo "spunti" (ottimo per il bulldozer, muovendo i cingoli singolarmente). Per questo, e per un'analisi di potenza e coppia dei motori confrontati ai vecchissimi motori 9V LEGO, rinvio a una pagina di PhiloHome.

Il servomotore ha invece quindici posizioni nell'arco di 180 gradi (da -90 a +90, a passi di circa 12 gradi). Una volta ricevuto il comando (cioè la posizione da -7 a +7) ruota fino alla posizione prevista e frena, per cui si presta bene per telecomandare uno sterzo, sebbene la risposta non sia velocissima perché ha bisogno di tempo per sfrenare, accelerare, portare in posizione, rallentare e frenare (a differenza degli altri motori, fino a nuovo comando resta ben saldo in posizione). Per i dettagli tecnici rinvio a PhiloHome.

Cosa costa? 25 euro a listino sullo shop LEGO (sopra i 59€ spedizione gratuita).

mercoledì 11 gennaio 2017

Nuovo sport: vandalismo sulle recensioni Amazon

L'ultima novità in fatto di vandalismo: martellare le recensioni rilasciate dagli acquirenti sui prodotti venduti da Amazon.

Quando lascio una recensione su Amazon, mi limito a rispondere sinteticamente a quattro punti:

  1. vale quello che costa?
  2. misure e pesi non presenti nella descrizione prodotto
  3. pregi riscontrati (quelli non banali, perché non faccio pubblicità)
  4. difetti riscontrati (specialmente se non immaginabili dalla descrizione prodotto)
In pratica dico ciò che avrei voluto leggere io prima di comprare il prodotto. E lo dico dopo un mesetto o due, perché non sempre la prima impressione è quella definitiva. E lo dico a puro titolo di favore agli altri clienti perché un prodotto buono merita di essere venduto di più mentre un prodotto mediocre merita di fare una brutta fine.

Avevo perciò collezionato una stragrande quantità di like (su Amazon si chiamano "Recensione Utile"), salendo per un certo periodo nei recensori "Top"finché a un certo punto, da qualche mesetto a questa parte, qualcuno - forse sempre la stessa persona - sta segnalando come non utili tutte quelle che rilascio.

Che qualcuno non apprezzi una recensione decente, può capitare. Può anche capitare qualcuno che abbia un'idea molto diversa, o la luna di traverso, o che non sa leggere, o perfino che sbaglia il tasto del like. Ma è un fenomeno stranissimo vedersi sistematicamente bocciate le proprie recensioni pochi giorni dopo averle rilasciate (e perciò vederle rapidamente sparire, sepolte sotto le altre). A questi tizi (o questo tizio) quando mi viene bocciata una ragionevole recensione vorrei infatti chiedere:
  1. non vuoi sapere perché giudico conveniente o esagerato il prezzo?
  2. non te ne importa niente di dimensioni e pesi che non erano presenti nella descrizione?
  3. te ne infischi dei pregi non banali che ho riscontrato?
  4. non te ne frega nulla dei difetti? preferisci comprare alla cieca?
Una prima ipotesi è che qualcuno, vedendosi soffiare il posto in classifica dei Top Recensori, vada distribuendo bocciature ai concorrenti (non ridete: c'è davvero gente che crede così di acquisire la Gloria e l'Onore che la vita ha sempre negato loro).

Una seconda ipotesi è che qualcuno mi detesta personalmente, magari perché ho scritto che il suo libro si poteva condensare in un breve articolo senza perdere nulla del contenuto, o perché ho scritto che il libro del suo avversario era ricco di spunti (non ridete: c'è davvero gente che crede che l'Onore e la Gloria consistano nei like sul facebook e sul web).

Una terza ipotesi è che qualcuno mi detesta per motivi che non hanno nulla a che fare con Amazon, e si vendica con crudeltà bocciandomi tutte le recensioni (non ridete: c'è gente disposta a forme di vendetta anche più insignificanti di questa).

Insomma, da oggi smetto di perdere tempo a recensire su Amazon, ma continuerò a bocciare le solite descrizioni imbecilli (tipo: "consegna rapidissima, sembra buono ma ancora non l'ho provato") e a dare il like a quelle che davvero mi hanno aiutato a decidere se comprare o no.

È un problema che non si può risolvere perché non è una questione tecnico-statistica del software del sito di Amazon: i primi giudizi (soprattutto il primo) sono sempre quelli che colpiscono di più perché non hanno ancora avuto "contraddittorio". 

martedì 10 gennaio 2017

Thetford C502X: spettacoloso!

Il nuovo design della toilette a banchetto Thetford C502X, già vincitrice di un premio di design nel 2010, si distingue per le linee arrotondate e la seduta rialzata. Alcuni dati tecnici:

  • la seduta è a 49,2 cm dal pavimento
  • dimensioni contenute: 73,9 cm di larghezza, 41cm di profondità
  • il serbatoio di scarico (a rotelle con maniglione) è di 19,7 litri
  • serbatoio sciacquone da 16,5 litri
  • peso a vuoto: 9,5 kg
È visibile nella foto la manopola che aziona la valvola a ghigliottina con gli indicatori a LED sulla capacità residua dei due serbatoi e il tastino blu che aziona lo scarico.

lunedì 9 gennaio 2017

Disco di ghiaccio

Scientificamente confermato: la temperatura in questi giorni è andata sottozero (e anche per parecchio tempo), visto che lo strato superficiale dell'acqua nel bidone si è ghiacciato per un paio di centimetri.


Aggiornamento: dopo aver fatto la foto ho fracassato il lastrone di ghiaccio con una martellata* al centro. Due giorni dopo torno a fotografare i residui e... il disco di ghiaccio si è riformato, ma è impreciso, si vedono le linee dei pezzi di ghiaccio precedentemente martellati:


Oops, spezzata una parte mentre lo sollevavo. Ma tanto lo stesso dovevo martellarlo:


domenica 8 gennaio 2017

Crazy Train, ma non è Ozzy

Non so perché l'abbia chiamato Crazy Train (vedi video), ma nei primi trenta secondi si vedono cose allucinanti...


Sospetto che abbia alimentato i motori 9V a 12V perché lo vedo un po' troppo scattante!


venerdì 6 gennaio 2017

Tolleranza, buone maniere e politicamente corretto

Video: l'ispettore Callaghan ti spiega cos'è la tolleranza:

domenica 1 gennaio 2017

Supplemento: dal concerto per chitarra elettrica e orchestra

Yngwie J. Malmsteen e New Japan Philarmonic: Vivace

Da: Concerto Suite for Electric Guitar and Orchestra in E Flat Minor Op.1.

Tokyo, 2002


(cfr. anche l'altro video)