martedì 26 febbraio 2013

Dalla cucina con furore

sabato 23 febbraio 2013

Trenitalia occulta i Regionali

Ecco un esempio: il sito web di Trenitalia/LeFrecce non mostra il Regionale delle 14:30 nemmeno premendo il tastino "Tutte le soluzioni".

Nelle tre immagini vediamo il confronto fra macchinette automatiche (il treno c'è: 11,20€), orario in bacheca (il treno c'è, con leggerissime differenze feriali/festivi: R1898/R2398) e...sito web di Trenitalia ( http://www.trenitalia.it/trenitalia21.html ): il treno non c'è!

Praticamente: se non vuoi rischiare di spendere il quadruplo, ti conviene pianificare in stazione, tra il foglio orari giallo e le macchinette bigliettatrici automatiche. Il sito web infatti sembra essere stato fatto per tentare in tutti i modi di farti utilizzare i treni più costosi (Eurostar, Frecce...)

Sono ormai vent'anni che le Ferrovie perseguono la politica del cancellare i treni economici e i treni pendolari (11,20€ nei rarissimi regionali Napoli-Roma) e dare spazio solo ai treni costosissimi (23€ Napoli-Roma nei rari Intercity, dai 43€ ai 99€ negli Eurostar e Frecce).

lunedì 18 febbraio 2013

Parola d'ordine: GNAM !!

mercoledì 13 febbraio 2013

Ghost in the Shell: ARISE !!!

Video di presentazione dei protagonisti di Ghost in the Shell: ARISE (ovvove, ovvove!! Saito è diventato pelato! il maggiore Kusanagi ha i capelli corti! ovvove, ovvove!)



Cibarie littorie

martedì 12 febbraio 2013

Surface Pro: è tutta un'altra musica!

Se non riesci a vedere questo video, allora clicca furiosamente qui!!

lunedì 11 febbraio 2013

Il caso Cristopher Dorner non è un film

Poliziotto nero di Los Angeles ingiustamente accusato sbrocca e si dà alla fuga, abbondantemente armato, minacciando di uccidere coloro che gli hanno infangato il nome e i loro familiari.

Sembrerebbe la trama di un film... invece è tutto vero.


I guai del trentatreenne Cristopher Jordan Dorner sono cominciati quando ha denunciato l'uso di eccessiva violenza da parte di una dei suoi superiori (soprannominata "Chupacabra" dai colleghi per la frequenza con cui veniva segnalata per metodi violenti, ma successivamente promossa a sergente). Sospeso dal servizio e assegnato ad altra squadra, Dorner fa appello ma viene definitivamente condannato (inutilmente protestando che giudici e avvocati erano tutti vecchi amici della denunciata), in un crescendo di accuse false e infamanti.

A quel punto Dorner si dà alla fuga e comincia la sua vendetta (uccidendo la figlia di un suo ex capo e relativo fidanzato), riuscendo ripetutamente a sfuggire alla polizia di Los Angeles, inclusi due conflitti a fuoco (durante i quali avrebbe ucciso un poliziotto e ferito altri due).

Contro di lui le autorità di Los Angeles hanno attivato le misure più drastiche, inclusa una taglia da un milione di dollari e la mobilitazione di "droni" con telecamere thermal-imaging poiché Dorner aveva scritto su Facebook (testo ora recuperato su Pastebin) la sua versione dei fatti, invitando i giornalisti a verificare tutto, aggiungendo che avrebbe usato tutte le sue capacità difensive, offensive, di intelligence e di sopravvivenza ricevute nella polizia stessa e nel servizio nella US Navy, perché pur non essendo mai stato un criminale è stato distrutto e infangato dai suoi stessi colleghi e superiori.

E aggiunge che non ha paura di morire, e che i suoi attacchi continueranno finché il LAPD (Los Angeles Police Department) non riconoscerà pubblicamente la sua innocenza.

"Io sono la circostanza che voi stessi avete creato... Avevate sottovalutato un gigante in sonno".

Nella foga di inseguire Dorner, la polizia di Los Angeles ha crivellato di colpi un furgone con due donne a bordo, vagamente somigliante a quello di Dorner; in un secondo caso, altro furgone crivellato di colpi (stavolta per fortuna senza colpire l'occupante). C'è già gente che sul proprio furgone mette un cartello: "Non sparate! Non sono Dorner!"

domenica 10 febbraio 2013

Microsoft Surface Pro: è andato a ruba!

Seattle: in fila per comprare un Surface Pro

Successone del Microsoft Surface Pro.
Non s'era mai vista tanta gente sgomitare per comprarsi un computer con Windows!

UPDATE: mega-fila di oltre 300 persone anche a Bellevue!

UPDATE 2: alle 11 del mattino (ora locale) di Milwaukee, già non se ne trovano più nei 5 negozi Bestbuy!

UPDATE 3: anche nel Microsoft Store in poche ore è andato "sold out"!

venerdì 8 febbraio 2013

mercoledì 6 febbraio 2013