martedì 30 giugno 2009

BMI: brain-machine interface

Toyota (NYSE: TM) researchers in Japan have built a brain/machine interface (BMI) that has been demonstrated to control a wheelchair using a person's thoughts.


The system enables a person to make a wheelchair turn left or right to move forward simply by thinking the commands. The response time is in 125 milliseconds. One millisecond is equal to 1/1000 of a second.

Dicono che basta pensare per un ottavo di secondo (125msec) alla direzione, per dare il "comando" alla macchina (nel nostro caso la sedia a rotelle, ma presto... i videogiochi e chissà cos'altro).

Chissà se oltre al "gira a destra" e "gira a sinistra" esistono altri comandi

Cosa vedono i miei occhi...?!?

clipped from www.thelocal.se
Swedish IT company to buy Pirate Bay

Swedish IT company to buy Pirate Bay

is set to be purchased for 60 million kronor ($7.8 million) by Global Gaming Factory X (GGF), a company specializing in internet café management software, the company announced on Tuesday.
La baia dei pirati venduta per una manciata di milioni?

E che è?

La fine surreale di una telenovela squinternata?

Non ho parole, non ho parole...!

Grasso è bello

Ecco un altro alibi per strafogare come maiali affamati: uno studio scientifico (ah sì? fatto da chi? e perché? non avevano altro da fare?) dimostrerebbe che l'essere "leggermente sovrappeso" (figura verde) aumenterebbe l'aspettativa di vita.

LEGO 8547: NXT Mindstorms 2.0 !!!

clipped from mindstorms.lego.com

The New LEGO MINDSTORMS NXT 2.0 is coming!
Mindstorms NXT 2.0: stavolta il sound sensor non c'è (era il meno usato di tutti), e di touch sensors ce ne sono due (alé) ed il light sensor è ampiamente sovrappotenziato.

Codice LEGO: 8547 (la versione precedente aveva codice 8527).

In vendita dal primo agosto!! La Postepay già mi frigge...!

Hmmm... Shiftbrite!

clipped from macetech.com
clipped from macetech.com
ShiftBrite
Da Hackaday segnalano questo interessantissimo ShiftBrite, led programmabile (per esempio da una Arduino).

Costicchia, ma si può concatenare in più pezzi. Ci farò un pensierino.

Non è la Arduino

clipped from www.pjrc.com
SpecificationTeensyTeensy++
ProcessorAT90USB162AT90USB646
Flash Memory1587264512
RAM Memory5124096
EEPROM5122048
I/O2146
Analog In08
PWM49
UART11
I2C01
Price$19$24
Promette bene, ma...

...ma ancora non ne trovo una con un ADC/DAC on board

Bella domanda...!

clipped from www.aghenorblog.com

150 anni per Madoff, 10 anni per Tanzi. Quale delle due è spoporzionata?

Unthinkable: fumetto eversivo perché immagina una spiegazione diversa da quella ufficiale sui fatti dell'11 settembre 2001

clipped from www.paypal.com

The comic series follows members of a government think tank that was tasked with coming up with 9/11-type 'unthinkable' terrorist scenarios that now are coming true. (See this article for more on the series.)

'The minute I saw the faces of the agents, I knew I was in trouble. The first page of the Unthinkable script mentioned 9/11, terror plots, and the fact that the (fictional) world had become a police state. The TSA agents then proceeded to interrogate me, having a hard time understanding that a comic book could be about anything other than superheroes, let alone that anyone actually wrote scripts for comics.'

Il fumettista Mark Sable crea un fumetto "Unthinkable" in cui immagina una squadra speciale USA che indaga gli eventi "impensabili" dell'11 settembre.

Ma viene beccato dalla polizia USA (e stavolta non è fiction) e arrestato: è vietato anche immaginare che l'11 settembre non sia quello che c'è stato descritto dalla TV...

Due Chinook sorvolano Napoli!

Appena visti sui cieli di Napoli due spettacolari Chinook in direzione sud-est.

Da sbavare...!

lunedì 29 giugno 2009

Dalla Arduino al controllo della benzina

clipped from www.flickr.com
Fuel gauge circuit da Oldbeaver.
Simpatico progettino di José, un collega cileno ( ¡Hola,Chile! ) progetto basato su una Arduino che legge il valore analogico del segnale del galleggiante del serbatoio della sua auto e mostra su un display il contenuto di benzina e possibilmente qualche altra pazza statistica. Qui sopra, lo schema originale dell'indicatore analogico.

Tira vento su Marte, scattiamo qualche foto

Simpatico evento: la sonda Spirit si ritrova coi pannelli solari puliti, le batterie cariche, e tempo per scattare e mandare foto notturne... in attesa che dalla Terra trovino tempo per disincagliarla.

Birra e vino, meglio al supermarket

Se vado al supermercato e compro una lattina di birra (33ml) costa più o meno 0,80 euro. E non è annacquata. Se però vado al pub la stessa birra – la maggior parte delle volte annacquata dietro il bancone – mi costa invece 5,5 euro. Oltre il 500% in più. Se vado al supermercato a compro una bottiglia di vino discreto mi costa 5-6 euro. Se la stessa bottiglia la ordino al ristorante mi fanno pagare tra i 15 e i 25 euro. Praticamente un 200-300 % in più.  

Considerando che a differenza del pesce e della carne né la birra né il vino hanno bisogno di essere “cucinati” – fino a prova contraria non li fa il pub ma il vignaiolo che cura la vite e l’enologo che esalta la qualità dell’uva con competenza e pazienza – e che il ristoratore si limita ad ordinare un prodotto già pronto, mi spiegate come fa a quintuplicarsi il prezzo?
Aggiungo una domanda... come mai le Prestigiose Birre dei pub non sono comprabili al supermercato?

Bastano un paio di gradi in più per avere brutte sorprese...

clipped from www.vostrisoldi.it

Consumi energia elettrica: si rischiano distacchi non proprio “programmati”

consumi energia elettricaSe per quest’estate la temperatura media dovesse attestarsi sopra i livelli stagionali di un paio di gradi, si rischiano nel nostro Paese distacchi alle forniture di energia elettrica non proprio “programmati”. Questo perché, come messo in evidenza dalla Federconsumatori, la Francia potrebbe generare sulle forniture a livello di rete elettrica europea un deficit tale da comportare distacchi senza preavviso agli utenti italiani.

Tutto merito dei condizionatori.

Che quando non c'erano, si sudava di più, si viveva di più, si aveva più pazienza.

Oggi invece si sentono tutti chic e nobili...

La Guantanamo dei nonnetti spennati dalle banche

Riporta il Telegraph che due pensionati, incavolati neri per la perdita di tutti i loro risparmi, hanno fatto visita al loro consulente finanziario. Dopo averlo colpito con un deambulatore, l'hanno legato, imbavagliato, caricato in macchina e trasportato in una casa isolata in Baviera. Ma era solo l'inizio dell'incubo: gli arzilli vecchietti, nel frattempo diventati quattro con il sopraggiungere di altre due vittime finanziarie, si sono poi vendicati rompendogli una costola a suon di botte, spegnendogli sigarette addosso, e tenendolo incatenato "come un animale". Una vera Guantanamo della terza età. Riacchiappato anche dopo un tentativo di fuga, il consulente riesce finalmente a chiamare la polizia mentre manda alla banca il fax promesso ai suoi aguzzini.

giustiziere.jpg

Ora i sanguinari vecchietti rischiano fino a 15 anni di carcere. E nessuno restituirà mai i loro 2 milioni e mezzo di euro svaniti nel nulla...

Se la notizia fosse vera, allora qualcuno avrà poco da stare allegro...

Ubuntu su Beagleboard, un altro howto

clipped from gebaar.blogspot.com


Ubuntu on Beagleboard

sudo ./build-arm-rootfs --fqdn beagleboard --login ubuntu --password passwd --imagesize 2G --seed gcc,make,usbutils
Ecco un altro "how-to" per portare la Ubuntu sulla Beagleboard... ricompilandosela interamente sul proprio PC attraverso la solita utility build-arm-rootfs che -temo- ottimizza solo al livello ARMv5.

Chissà quando si potrà scaricare una iso già pronta...

Ve le porto io le veline

clipped from www.primadanoi.it
«Che fate li sopra? E le donne? Siete tutti gay? La prossima volta ve le porto io le veline...».
Indovinate chi ha detto questa pregevole freddura antiberlusconiana...

domenica 28 giugno 2009

Làcreme napulitàne (66)

- Stì 'ccòs' ànna cagnà nòmm'...
- E cómm' s'éss'na chiammà?
- Ràtt' e bafangùl'!
- E p'cché?
- P'cché a gènt' prìmm' s'óccàtt', pò p' 'nz'fà v'ré s'avòt' a 'rrattà a chéll'àta pàrt', pò s'ó ràtt', e pò rìc' "bafangùl'!" e ó iètt'.
- Ma chìll' còcch'rùn' ca pìglie, ébbòt' c'stà...
- Sì, ma pìgl'n' n'èv'r' o rùi èv'r', e sùbb't' s'n'fànn' rà nàt', e ó stéss' f'rnésh' cù "bafangùl'!".
- Ma chìll' ì sàcciaùn' cà nà vòt' pigliài putènt', mìll' èv'r'...
- Eh, ùn'! Stì còs' fànn' uaragnà sùl' ó stàt'! E pò, secóndo té, chìlli mìll'èv'r'... 'nta quàntu tiémp' ànn' turnàt' ó stàt'? Chéll' a vicchiarèll' é frónt' (c' putìss' mètt'r' a carr'tà 'mmàn') né, puòzz' pigghià na vòt' ciént' èv'r', né, 'à chélla vòt' éss' s'accàtt' sùl chìll'é cìngh' èv'r': "chést' è a vòta 'bbòn'", rìc', pò ràtt', e pò ó stéss' rìc' "bafangùl'!" e ghiétt' ògni matìn' vìnt' èv'r'! Chéll' s' pùzz'é fàmm', e invéc' é fà à shpés', vèn' a ghittà vìnt' év'r' ògni matìn' ìnt' à stù put'chìn', ca s'n'vér' bèn ó stàt'!


- Questi cosi devono cambiare nome...
- E come si dovessero chiamare?
- Gratta e vaffanq...!
- E perché?
- Perché la gente prima se lo compra, poi per non si far vedere si volta a grattare da quell'altra parte, poi se lo gratta e poi dice "vaffanq...!" e lo getta.
- Ma quello qualcuno che piglia, le volte ci sta...
- Sì, ma pigliano un erba [cioè un euro], due erba, e subito si fanno dare un altro, e lo stesso finisce con "vaffanq...!"
- Ma quello io so a uno che una volta pigliò potente, mille erba...
- Eh, uno! Questi cosi fanno guadagnare solo lo Stato! E poi, secondo te, quelli mille erba, dento quanto tempo hanno tornato lo Stato? Quella la vecchierella di fronte (ci potessi mettere la carità in mano) beh, poté pigliare una volta cento erba, beh, da quella volta essa si compra solo quelli di cinque erba: "questa è la volta buona", dice, poi gratta, e poi lo stesso dice "vaffanq...!" e getta ogni mattina venti erba! Quella si puzza di fame, e invece di fare la spesa viene a gettare venti erba ogni mattina dentro a questo botteghino [cioè tabaccaio], che se ne vede bene lo Stato!


(Nota: è un dialogo tra la nonnetta e il commesso del tabaccaio a proposito dei Gratta e Vinci. La gente si gira dall'altra parte per non essere vista in caso di vincita - hanno tutti paura degli "uócchisìcch'", cioè degli occhi secchi, ossia degli iettatori più o meno involontari. Ma poi il responso è quasi sempre quello: non hai vinto. E perciò imprecano sempre allo stesso modo: "vaffanq...!" e gettano via i biglietti non vinti. Dal tabaccaio questa scena avviene continuamente, ogni santo giorno. Quando realizzano una vincita minima, immediatamente la convertono in altri biglietti del Gratta e Vinci, sperando nel momento fortunato, e concludendo invece in altri "vaffanq...!". Sebbene si abbia notizia di una rara vincita di uno che "una volta" addirittura "pigliò mille euro", si può essere certi che quei soldi siano immediatamente rientrati nelle casse dello Stato. Per esempio c'è una vecchietta che abita lì di fronte e che è così povera che ci potremmo mettere la carità in mano - cioè le si potrebbe fare legittimamente l'elemosina - beh, proprio lei una volta vinse cento euro e da allora compra solo i Gratta e Vinci di alto livello, quelli da cinque euro a biglietto, e ne compra ogni mattina quattro, e nonostante sia ridotta alla povertà tanto da soffrire ogni giorno la fame, invece di fare la spesa per comprare qualcosa da mangiare viene a gettare venti euro di cui se ne gode lo Stato!)

(Nota: anticamente la putéca - "bottega" - era il salumiere, mentre il putechìno - "botteghino" - era il tabaccaio; "putechìno" perché non solo più piccolo come dimensioni, ma anche più pulito ed igienico).

(Nota: l'euro "èv'r'" - ossia "erba" - è detto così in nome dello storico aggiornamento dei prezzi con l'introduzione dell'euro: un fascio di sedano - "èv'r'", cioè "erba" aromatica - passò da un giorno all'altro dalle canoniche 400-500 lire a "n'èv'r'", cioè "un'erba", ovvero un euro).

sabato 27 giugno 2009

Quel DC9 nei cieli di Ustica

clipped from aviation-safety.net
asn
photo of McDonnell Douglas DC-9-15 I-TIGI
Itavia flight 870 departed Bologna (BLQ) at 20:08 on a domestic flight to Palermo (PMO). The DC-9 was en route over the Tyrrhenian Sea at an altitude of about 24000 feet when an explosion occurred. Extensive structural damage caused the plane to break up. Most of the wreckage sank to a depth of some 3500 metres.
The cause of the accident has never been officialy established. In the years following the accident many theories were suggested. Some theories centered around the fact that the DC-9 may have accidently been shot down by NATO fighters. Either during an exercise involving Italian, U.S., and French jet fighters, or during a dog fight involving Libyan, U.S., French and Italian Air Force fighters in the area.
It has also been suggested that explosive device detonated in the rear (starboard) toilet.
Su Aviation Safety leggo la scheda relativa al DC9 caduto nei pressi dell'isola di Ustica nel 1980.

"La causa dell'incidente non è mai stata ufficialmente stabilita".

In ogni caso è classificato in categoria "C" ("criminal" occurrence).

Energia eolica "in quota"

clipped from www.kitegen.com

La visione di Kite Gen è implementare e mettere sul mercato un concetto completamente nuovo di centrale elettrica, adatto a quasi ogni territorio, per la produzione da fonte rinnovabile di elettricità a costi inferiori a quelli ottenuti con i combustibili fossili (petrolio, carbone, gas), in diretta competizione con le odierne installazioni convenzionali della classe del GigaWatt.

La fonte energetica, attualmente non sfruttata e disponibile ovunque, è il vento in quota, raggiunto tramite batterie di grandi profili alari di potenza in volo a una altezza di 800 / 1 000 metri, i cui movimenti sono controllati elettronicamente via sensori e software proprietario.

I profili alari sono ancorati ad una struttura a livello suolo, che viene trascinata ruotando lungo un asse verticale e nella quale avviene la generazione di energia.

Generare energia eolica da vento "in quota" (800-1000 metri) piuttosto che da vento "dieci metri sopra ogni ostacolo nel raggio di cento metri" (requisito tradizionale degli impianti eolici tipici).

venerdì 26 giugno 2009

Barbiturici

- Mamma, mamma! Cosa sono i barb... uh... eh... i barbatir... eh... ah, sì, ecco: i barbatiraturataratrici!!!

(per la serie: an'védi! guarda 'n cielo, c'è un cacciatorpignattara!)

Voce del verbo "sciacqueriarsi"

In dialetto napoletano si dice: s'è sciacqueriàto.

Ghiaccio semisommerso

Certe cose bisogna vederle dall'alto per capire quanto siano grosse (porca vacca, oggi mi sento poeta... e mi dispiace solo di non poter chiamare questo blog porcavacca.blogspot.com perché qualcuno lo ha selezionato prima di me ed ancora non lo ha cancellato).

Le cose che mi fanno infuriare un po' (talvolta)


I no longer own any Legos. I don't plan on buying any more ever again. One set is too few to do anything with, and 300 sets isn't near enough. Now, when I have the urge to build something, I fire up my 3D animation software and build to my hearts content. I never run out of pieces, the things I build take up no space, and it is alot easier to share pictures or videos of the animations with people all around the world rather than physical models.
Questo tizio prima acucmula centomila pezzi, costruisce bei bestioni come questo delle foto e poi... per evitare di lasciar marcire in garage la collezione (aveva traslocato in una casa più piccola) la dà via per pochi dollari a due bambini. Che tragedia...!