lunedì 14 dicembre 2009

Solidarietà a Berlusconi

Ci sono momenti in cui bisognerebbe abolire due parole: ma e però. L’aggressione di un uomo, in questo caso di un primo ministro, è uno di quelli. Di fronte alla violenza non possono essere accettate subordinate, ammiccamenti o tantomeno giustificazioni.
clipped from www.lastampa.it
clipped from www.lastampa.it
clipped from www.lastampa.it
Questo modo di ragionare mi fa paura: come è possibile mostrare sensibilità a senso unico, battersi contro le violenze e poi giustificare un’aggressione, essere democratici e pacifisti e provare soddisfazione per il volto tumefatto di Berlusconi. Significa che l’ideologia continua a inquinare le coscienze, ad oscurare le menti.
Mario Calabresi, La Stampa.
Ci sono momenti in cui bisognerebbe abolire due parole: ma e però.

1 commento:

  1. FORZA SILVIO SOLO TU PUOI GUIDARE IL PDL E REAGIRE ALL'ODIO CHE TI ATTORNIA HAI TUTTA LA MIA SOLIDARIETA'

    RispondiElimina