lunedì 7 aprile 2014

Solaris 12 in arrivo

Fra due anni tireranno fuori la versione 12 di Solaris (questo mese uscirà la 11.2) per accompagnarla ai nuovi server che usciranno verso il 2015 (successori dei T5 e M6).


Le grosse aziende che hanno fatto investimenti in macchine SPARC Solaris (e non hanno voglia di migrare a macchine Intel e a IBM Power 7) possono tirare un sospiro di sollievo, anche se oggi la dicitura "server veloce" riguarda non solo processori, dischi, memorie e rete, ma specialmente le licenze (la stessa Oracle ha dovuto pubblicare una guida per destreggiarsi nella difficile alchimia delle licenze). E quando scopri che una licenza Oracle ti costa "ottantaduemila dollari per processore", allora comincia ad essere più chiaro il concetto.

La dicitura "software in silicon" sui nuovi processori in uscita nel 2015 riguarda la presenza in tali processori di codice per crittografia, decompressione dati e addirittura di imprecisate ottimizzazioni degli interpreti Java e delle fantasmagoriche query su Oracle. Cioè l'azienda Oracle sta cercando di convincerti che il software Oracle vada più veloce sull'hardware SPARC Oracle che altrove. Cioè, disinteressatamente, ti dicono che per avere più velocità con meno costi dovresti comprare una combinazione Oracle/Oracle.

Nessun commento:

Posta un commento