mercoledì 14 luglio 2010

Maiali (cioè siluri a lenta corsa)

Sequenza d'attacco
Ora spingi il siluro all'indietro,
finché il tuo secondo uomo può agguantare l'aletta di
rollio larga un paio di spanne, che corre su ciascun fianco della
carena di ogni grande nave. Senti un colpo sulla spalla: è il
secondo che ha trovato l'aletta e vi sta fissando un morsetto; due
colpi sulla spalla: il morsetto è fissato. Avanti ora, per
raggiungere l'aletta dell'altro lato. il secondo sta svolgendo una
cima dall'una all'altra. Fissa il secondo morsetto. E ora indietro di
nuovo, e con le gambe trattieni il siluro, il tuo secondo viene fuori
dal suo posto e, passandoti a fianco, si porta sulla testa del maiale
davanti a te. Nel buio tu sai che sta collegando la testa carica alla
cima tesa sotto la nave fra le alette di rollio. Ora la testa
è staccata; la spoletta a orologeria, che farà
esplodere i 300 Kg della carica fra due ore e mezzo, comincia a
scandire i suoi secondi. L'uomo torna al suo posto; tre colpi sulla
spalla: tutto fatto. Il lavoro è terminato.
Il 19 dicembre 1941 il "maiale" guidato dagli italiani Durand De La Penne e Bianchi piazzò cariche esplosive alle corazzate inglesi HMS Valiant ed HMS Queen Elizabeth, nel porto di Alessandria d'Egitto, danneggiandole gravemente.

Altri dettagli sul sito della Marina.

1 commento:

  1. Ciao
    Il tuo assiduo lettore romano ha la foto di uno dei mezzi di cui parli nel post, perfettamente restaurato e scattata all'eudi show dello scorso anno.. se ti interessa posso inviartela per pubblicarla correlatamente al post.. ciao

    RispondiElimina