sabato 26 giugno 2010

Indagine su dei chip contraffatti

clipped from www.sparkfun.com
http://www.sparkfun.com/tutorial/news/AtmelVisit/Atmel_visit-M-8.jpg
http://www.sparkfun.com/tutorial/news/AtmelVisit/Atmel_visit-M-3.jpg
http://www.sparkfun.com/tutorial/news/AtmelVisit/Atmel_visit-M-14.jpg
http://www.sparkfun.com/tutorial/news/AtmelVisit/Atmel_visit-M-12.jpg
Succede di rado, ma succede: un rivenditore ti rifila un rotolo di millecinquecento microprocessori e... scopri che i chip in questione sono tutto fuorché microprocessori.

Trattandosi di ATMega328, quelli di Sparkfun (che hanno avuto il bidone, mentre il rivenditore è letteralmente scomparso dalla circolazione, cioè dalla Cina) sono andati di corsa al centro Analisi della Atmel (per loro fortuna a due ore di distanza da loro).

Hanno fatto "squagliare" e microfotografare il chip e... guarda caso non era Atmel ma era della ON Semi, con tecnologia di almeno 5-10 anni fa.

Vale la pena di leggere il dettagliato articolo (in inglese) dove parlano di tutta l'attrezzatura utilizzata.

Un solo piccolo appunto: il chippetto tarocco recava la data di produzione "0723" (cioè ventitreesima settimana del 2007), ossia almeno sei mesi prima che cominciasse la produzione dei veri ATMega328... Eh, a saperlo prima!

Nessun commento:

Posta un commento